Conosciamo tutti la teoria della rana bollita. Se si prende una rana e la si butta in una pentola piena di acqua bollente la rana schizzerà via come un missile. Ma se la si mette in acqua ancora fredda e poi la si fa scaldare lentamente, la rana finirà bollita senza protestare o reagire.

L’introduzione della fatturazione elettronica tra privati in Italia, tra l’altro in deroga alle direttive della Comunità Europea (no, non ce l’ha chiesto l’Europa…) e le conseguenti reazioni, cioè l’assenza delle stesse, da parte delle piccole imprese italiane, forniscono un quadro chiaro e inequivocabile della situazione: siamo delle rane bollite lentamente.

Nel caso qualcuno non l’avesse ancora capito è in atto, ormai da un paio di decenni, un piano ben preciso per far fuori le piccole imprese italiane. Non è questione di essere complottisti, basta osservare la realtà per rendersene conto.

Il commerciante, l’artigiano, e la piccola impresa sono elementi che il sistema non può controllare e che quindi è opportuno distruggere. Meglio dare il reddito di cittadinanza che avere soggetti indipendenti dal sistema che non possano essere controllati e manipolati. Tanto alla fine qualcuno pagherà (finché dura…).

E allora ogni idea è buona per eliminare, annientare o almeno rendere ricattabile la piccola iniziativa economica privata, cioè quel tessuto economico che ha permesso la diffusione del benessere in Italia ma che crea problemi ai politici e alla loro sete di potere.

Oggi possiamo con certezza dire che il piano sta funzionando. La prevedibile assenza di reazioni all’imposizione della fatturazione elettronica tra privati da parte delle associazioni di categoria e, ancora di più, la molto meno prevedibile assenza di proteste degli operatori, sono la testimonianza che le rane ormai sono bollite e possono accettare qualunque tipo di sopruso senza reagire.

È l’inizio della fine. O meglio, è l’inizio della certezza che ci sarà una fine per la piccola iniziativa economica indipendente in Italia.

Qualcuno dice che si tratta di una questione culturale. Può essere. In Francia per esempio hanno i gilet gialli. Non condivido le loro idee, le loro richieste e i loro modi. Ma la loro presenza dimostra che quel popolo ha ancora la capacità di ribellarsi al potere politico (anche se le loro richieste, se soddisfatte, renderanno quel potere ancora più potente).

E in Italia? Nessun gilet, nessun elemento visivo aggregante, nemmeno una sciarpetta, niente. In altri momenti l’imposizione della FE avrebbe forse generato una protesta, un’aggregazione di persone stanche di essere vessate da un sistema statale inutile ed estremamente ingombrante e costoso. Oggi nulla. Oggi le rane bollite emettono la fattura elettronica.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shortlink